STOP ESTIVO 29/06/18 – 02/09/18

Con il 28 Giugno la nostra scuola chiude per lo stop estivo e si riapre il 3 settembre… e voi allievi che fino ad oggi saltavate come cavallette ora sembrate da ricoverare ;-)… Cosa cambia?

Il cambiamento avviene solamente nella testa dei ballerini che “Siccome è estate NON SI PUÒ PIÙ BALLARE”!

Noi maestre che da una parte supplichiamo gli allievi di non stare 2 mesi con i piedi ad ammollo al mare, e i ballerini che si sentono come delle Rockstar reduci da un tour mondiale in 5 continenti e 40 tappe.

I maestri SOLITAMENTE chiedono di non interrompere il lavoro estivo per non compromettere il lavoro svolto durante l’anno, e per non compromettere il processo di apprendimento in vista della stagione successiva. Con un pizzico di intelligenza si arriva a comprendere che una buona gestione della pausa estiva porta molti vantaggi ai ragazzi, forse anche più del denaro speso per alcuni campus…

Comprensibili le motivazioni dei ballerini: il caldo, la stanchezza dopo un anno di ballo, il bisogno di staccare il cervello… Tutte cose sensate, ma la soluzione non è fuggire dalla danza e non fare capolino fino a ottobre inoltrato. Volevo solo ricordarvi una cosa:

COSA DESIDERATE VOI? IMPARARE A DANZARE GIUSTO? Volete riposarvi? Certo! Dovete farlo….MA NEL MODO CORRETTO!

DISTINGUIAMO I LIVELLI Innanzitutto dobbiamo fare una distinzione in base al vostro livello:

  • SIETE PICCOLI (3-7 anni)? Andate in vacanza tranquillamente per uno o due mesi, se vi scorderete qualcosa avrete modo di riprenderlo lentamente durante l’anno successivo, il vostro approccio con il ballo deve essere il più “comodo” possibile. La mole di informazioni per un principiante non è altissima, quindi potete permettervi il lusso di staccare anche per un mese (se proprio siete sfaticati anche due). Libero spazio però alle attività all’aria aperta, capriole, corse in spiaggia o nei prati!!
  • SIETE INTERMEDI (Lezione 2-3 volte a settimana)? Andate in vacanza tranquilli, ma cercate di non farla durare un’eternità! Dopo un mese di stacco è l’ora di prendere le scarpette e riprendere i volteggi, perché avete già una mole di informazioni maggiore, di conseguenza necessità un po’ più di allenamento per riuscire a progredire.
  • SIETE AVANZATI? Scordatevi le vacanze…..Scherzo… un atleta avanzato, ovvero che partecipa a concorsi e studia quasi tutti i giorni, deve sapere bene a cosa va in contro “staccando” dal ballo per un mese o più. Lo so, vorreste sentirvi dire che una pausa di un mese è un toccasana perché vi permette di “staccare” di riposarvi ecc ecc…

1- La performance fisica già dopo 10/15 gg inizia a ridursi. Ovvero i progressi sotto il punto di vista atletico che avete ottenuto durante l’anno iniziano a svanire già dopo due settimane. In 1 o 2 mesi di stop la situazione diventa drammatica, dovrete ripartire a creare la vostra condizione atletica da ZERO.

2- Il livello di coordinazione diminuisce già dopo 48h. Il nostro corpo perde le “sensazioni” e la capacità di coordinarsi con precisione in un movimento sport/specifico già dopo 2/3 giorni di inattività. Stare fermi due settimane priva l’atleta di quella precisione nei movimenti raggiunta con un allenamento costante, ma con poco sforzo la situazione tornerà alla normalità alla ripresa degli allenamenti.

D’estate riducete i ritmi, ma non staccate mai per più di 10/15 gg, proprio per non perdere il feeling con il movimento.

Siete in vacanza per una settimana? Rilassatevi, non può altro che farvi bene!

Fate una vacanza di 15/20 giorni? FATE BENE! Uno STOP dalle lezioni e dagli ALLENAMENTI INTENSI farà sicuramente bene alla vostra mente che avrà modo di rigenerarsi e essere più lucida alla ripresa delle danze!

Durante la vacanza avete 2 opzioni:

1- Frequentare uno o più dei tanti campus estivi che si svolgono in tutta l’Italia, e perché no, anche all’estero.

2- Dopo i primi 10 giorni prendersi una mezz’ora due o tre volte a settimana per ripassare alcuni concetti lavorati in precedenza, con un buon stretching. 

Ovvero con pochi esercizi, sfruttate questi due mesi per RILASSARVI E MANTENERE IL LIVELLO COSTANTE!

Nessuno ballerino al giorno d’oggi può permettersi di stare totalmente fermo un mese o più se vuole divertirsi e sperimentare una continuità del miglioramento.

Adesso lascio a voi l’ardua sentenza….oziare per due mesi oppure optare per una strategia diversa???
Buona estate a tutti e ci vediamo a settembre!

Fonte: Archivio della Danza