Archivi tag: Chiara

Cantanti in concorso!

BRAVE RAGAZZE!

Concorso Crespignaga:
I° Posto – Giulia Mazzocato
II° Posto – Sophia Pozzobon
IV° Posto – Sara Menegon

Concorso Caerano di San Marco:
I° Posto – Giulia Mazzocato
III° Posto – Sara Menegon

Giulia Mazzocato in “Ley me down” di Sam Smith.
Concorso “Le note nel Cuore 2017”. Finale del 17 marzo 2017.
Bravissima Giulia, ti sei fatta valere e hai sicuramente emozionato il pubblico!

Sophia Pozzobon in “Feeling Good” nella versione di Nina Simon.
Concorso “Le Note nel Cuore”. Finale del 17 marzo 2017.
Bravissima Sophia, hai una voce bellissima e alla Maestra Chiara per averla preparata!!!

Giulia Mazzocato in “Meraviglioso amore mio” – 2° posto
Contest a San Vendemiano -Conegliano- 2015

Concerti di Natale con gli Allievi di Canto

Quest’anno l’insegnante di canto Chiara Signori e i suoi allievi sono proprio in vena natalizia!
Una serie di concerti li vede protagonisti in molte piazze locali, un piccolo tour con il bellissimo e caldo repertorio di Natale: seguiteli e segnatevi le date!

Sabato 19 Novembre – 18:30 e 20:30 – Cavaso del Tomba

concerto-cornuda
Giovedì 8 Dicembre – 11:00/15:30 – Crocetta del Montello

 

 

Domenica 11 Dicembre – 15:00/16:00 – Caerano di San Marcoimage1

 

 

 

Canto e Hip hop a Natale 2016

image1 image2

Ringraziamo il Comune di Caerano di San Marco per l’opportunità e in particolare l’Assessore Paola Martinello.

SCALETTA*
* Gli allievi devono essere presenti per tutta la durata dello spettacolo, per rispetto di tutti i compagni.

Gli orari di arrivo e vestiti di scena, saranno decisi dalle rispettive insegnanti di hip hop e canto (Sara Bensi e Chiara Signori).

INIZIO ORE 15:00

1 Oh Holy night – Giulia
2 A natale puoi – leo e Ricky
3 Needed me – Hip hop
4 Natale se – Ludovica
5 White christmas – alice
6 Boe boe – Hip hop
7 Amazing grace- Giulia
8 Something about December – Sara
9 Card of the bells- canto tutti
10 Baby kiss – Hip hop
11 Happy Christmas – Erika
12 Santa Clause is coming to town – Sophia
13 Space 2.0 – Hip hop
14 Halleluja – Giulia
15 Jingle bel rock – Ricky e leo
16 Bruno – Hip hop
17 Please come home for christmas – Sophia
18 All I want for christmas – canto e Freestyle

RISERVATO AGLI ALLIEVI: PANETTONE E CIOCCOLATA CALDA OFFERTI DAL COMUNE DI CAERANO DI SAN MARCO

TECNICHE DI COMUNICAZIONE

pub speak

 

 

 


Pacchetto 8 lezioni:
I^ Parte con Chiara Signori
II^ Parte con Lara Martinelli

Cosa può fare un corso di tecniche di comunicazione per una persona?
Dipende in buona parte dalle condizioni della voce di quella persona e dalla consapevolezza che ha della sua voce: ciascuno di noi è differente e ha differenti caratteristiche vocali o problemi fonetici; inoltre ognuno ha obiettivi diversi e diversi gradi di coinvolgimento.
Per questo motivo i risultati di un lavoro di voice training saranno diversi da persona a persona.
La certezza è che, applicandosi con una certa costanza per circa quindici minuti al giorno, la voce di chiunque può migliorare drasticamente. E sarà la sua voce autentica, quella vera.
Una voce può aumentare in forza e in estensione, avere più energia e resistenza, diventare più armonica e piacevole da ascoltare. La dizione e l’articolazione possono farsi più precise, chiare e comprensibili.
Molti allievi, dopo un periodo di allenamento, notano che le altre persone cambiano atteggiamento e prestano loro più attenzione quando parlano. In ogni caso, anche con un minimo di applicazione, cambia il rapporto che ciascuno ha con la propria voce e con il proprio modo di parlare: si diventa più “coscienti” di essa e più attenti.
Non si tratta di magia: gli esercizi di voice training non sono miracolosi, solo molto efficaci, se svolti regolarmente: i risultati più evidenti sono piuttosto rapidi, perché il metodo di lavoro segue un naturale processo di sviluppo. Una voce deve crescere e svilupparsi come fosse un seme nella terra: naturalmente.
La prima cosa da comprendere è che il lavoro generale sulla voce va distinto in due parti concettualmente ben separate: da un lato l’educazione della voce (che appunto in inglese è detta voice training); dall’altro la corretta dizione di una particolare lingua (in inglese questo lavoro è detto speech training, mentre il termine più tecnico italiano è “ortoepia”).
– Il voice training riguarda in primo luogo l’emissione dei suoni: l’estensione vocale, le variazioni
timbriche, la flessibilità, la forza e la risonanza della voce.
– La dizione riguarda la corretta pronuncia delle parole e delle frasi di una lingua (nel nostro caso italiana) ed è legata alla grammatica e all’uso di quella lingua.
I due aspetti in alcuni punti si sovrappongono e si aiutano l’uno con l’altro, ma è molto importante distinguerli: in particolare il voice training è prezioso per migliorare la dizione soprattutto nei difetti di impostazione fonetica, che a loro volta stanno alla base delle inflessioni regionali.
Il termine “impostazione della voce”, che personalmente uso come una sorta di codice per capire di cosa stiamo parlando, è in realtà fuorviante per un buon lavoro di voice training:
1
la voce non va impostata, va liberata!
L’uso sbagliato della voce e le cattive abitudini portate avanti per anni e anni hanno come risultato un vero e proprio ingabbiamento della voce che risulta limitata, impoverita e spesso danneggiata. Per questo è necessario lavorare con costanza e regolarità: per combattere abitudini sbagliate ormai radicate nel nostro “vivere vocale” quotidiano.

A CHI E’ RIVOLTO IL CORSO

A chiunque desideri migliorare le proprie competenze personali sia per parlare di fronte ad una platea sia per migliorare l’efficacia della comunicazione interpersonale.

Il corso è vivamente consigliato a chi gestisce risorse umane (manager, imprenditori, project manager), a chi rappresenta, parlando in pubblico, l’immagine della propria organizzazione (responsabili comunicazione e marketing), a chi ha il compito di sviluppare le vendite a tutti i livelli (direttori commerciali, capi area, venditori, agenti di commercio), agli insegnanti e a tutti i professionisti che costruiscono giorno per giorno le basi del proprio successo.

OBIETTIVI DEL CORSO vo ce miglio
• Respirare meglio

Usando il diaframma otterrai una respirazione più consapevole, incrementerai il volume della tua voce e migliorerai le capacità di controllo vocale. Una corretta respirazione è elemento
imprescindibile per usare la voce efficacemente.

• Estendere la durata del fiato

Facendo uso dei vocalizzi, migliorerai le tue capacità timbriche ed estenderai la durata del fiato. Di norma padroneggiamo poco l’uso dei toni e del volume, e soprattutto non ne siamo consapevoli. Con i vocalizzi, declinati per volume e tonalità, ci rendiamo padroni della nostra capacità di emissione.

• Giungere al tuo timbro ottimale

Articolando i muscoli fonatori potrai impostare la tua voce e giungere al tuo timbro ottimale. La piacevolezza di una voce non è data solo dal giusto uso delle corde vocali, ma anche dal modo in cui usiamo i muscoli facciali e laringei. Inoltre spesso siamo vittime di errate abitudini che ci portano ad usare un timbro meno efficace rispetto alle nostre potenzialità.

• Pronunciare agevolmente ogni sillaba

Attraverso la lettura articolatoria e i gruppi consonantici eliminerai “scivolature” e “incespicamenti” ed otterrai la pronuncia perfetta di ogni fonema, ovvero di ogni insieme di vocali e consonanti. Spesso quando parliamo abbiamo un atteggiamento “pigro”, mettiamo meno energia del dovuto e ciò ci provoca diversi inconvenienti.

• Rendere la tua voce più accattivante e carismatica

La tua voce diventerà più accattivante, comunicativa e carismatica attraverso la conoscenza e la padronanza degli elementi espressivi della voce (volume, tono, tempo,

3

ritmo, mordente, sorriso).

• Conoscere la pronuncia corretta di ogni parola

L’ortoepia è quella branca della linguistica che ci consente di pronunciare correttamente ogni parola. L’ortoepia consente di assimilare facilmente la pronuncia di moltissime parole attraverso la categorizzazione in “gruppi” aventi le medesime caratteristiche.

• Parlare in maniera chiara e con gli accenti giusti

Applicando le regole dell’ortoepia alla produzione verbale, riuscirai a pronunciare correttamente ogni parola della Lingua Italiana. Conoscere le regole di pronuncia a livello teorico non significa necessariamente saperle applicare; la padronanza giunge attraverso l’esercizio.

• Stimolare l’interesse di chi ti ascolta

Riuscirai a stimolare l’interesse di chi ti ascolta generando emozioni e aspettative attraverso un uso sapiente delle pause. La pausa arricchisce la dinamica di un discorso, lo rende interessante e oltretutto ci consente di pensare a cosa diremo dopo.

• Rendere la tua voce più musicale

Renderai la tua voce “musicale”, modulando le frasi in funzione del significato, attraverso un giusto uso dei toni. Spesso la mancanza di abitudine ci porta ad avere una voce tendenzialmente “monocorde”, con conseguente mancanza di espressività.

• Creare dinamica nel tuo discorso

Creerai dinamica nel tuo discorso e al momento opportuno ti farai sentire da tutti attraverso un appropriato uso del volume. Ci sono momenti in cui è necessario che tutti ci sentano e altri in cui può essere opportuno creare intimità e calore.

• Avvincere e creare emozioni

Potrai avvincere, trasportare, creare stati d’animo ed emozioni sapendo usare il tempo. Trasmettere calma o incitare ed esortare dipendono in larga parte dal tempo che si usa.

• Tenere sempre alta l’attenzione

Saprai tenere sempre alta l’attenzione e creare contrappunti carismatici attraverso la consapevolezza del ritmo. Come nella musica, il ritmo trasmette agli altri le nostre emozioni, genera attenzione.

• Sottolineare i punti salienti della tua esposizione

Potrai rimarcare alcuni concetti e sottolineare i punti salienti sapendo usare il mordente. In taluni momenti, per trasmettere i nostri pensieri abbiamo bisogno di una marcia in più.

• Creare congruenza fra ciò che dici e il modo in cui lo dici

4

Attraverso la gestione sapiente del colore, imparerai ad usare la voce giusta al momento giusto e a creare congruenza fra ciò che dici e il modo in cui lo dici. Il colore è tutto nella vita. Lo è anche nella voce, che è piena di sfumature sconosciute. Spesso parliamo con un vocabolario vocale molto limitato: il colore aggiunge pienezza alla nostra personalità.

• Arricchire di espressività ogni argomentazione

Sarai consapevole della struttura del linguaggio e capirai come il significato di ciò che dici può essere arricchito dal modo in cui parli. Vedrai come una frase negativa può diventare positiva se detta in un particolare modo e viceversa.

• Sapere sempre quale voce usare

Saprai sempre quale voce usare e metterai le tue corde vocali al tuo servizio applicando l’espressività vocale al linguaggio. Come per l’ortoepia, anche nell’espressività linguistica l’esercizio è fondamentale.